scarica PDF Stampa l’articolo Segnala l’articolo

8 marzo 2012: tutti gli eventi e le mostre per la Festa della Donna

Tafter Low Cost

- di Redazione  -

Nel 1977, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite stabilì ufficialmente che l’8 marzo fosse istituita, nel mondo, la giornata dedicata ai diritti della donna. Da allora ogni anno l’appuntamento si ripete con eventi, mostre, incontri e dibattitti incentrati sulla figura femminile e sulla sua condizione.

6 marzo 2012

Donna e Arte: un binomio inscindibile per pittori, scultori, musicisti e tutti coloro che nei secoli hanno individuato nella figura femminile una musa ispiratrice per la loro opera. E sono anche tante le donne che hanno potuto e saputo esprimere, in prima persona, il proprio talento artistico, superando pregiudizi ed ostacoli sociali.
Per questo anche quest’anno, il MiBAC partecipa alla Festa dell’8 marzo rendendo omaggio all’universo femminile con l’entrata gratuita per le donne in tutti i luoghi d’arte statali.

Molti inoltre sono gli eventi a tema previsti, che renderanno ancora più speciale l’esperienza di visita. Questa una piccola selezione:

Al Castello di Melfi (Pz) visita guidata “Donna daunia,da custode dell’oikos a mater familias”
Alla Certosa di Napoli, visita guidata “La Città delle Regine”
Presso l’Antiquarium di  Ariano Irpino (Av), la mostra “Il ruolo della donna in età romana”
Alla Galleria Nazionale di Parma, la mostra  “Dame, Sante, Dee: donne nella Galleria Nazionale di Parma”
Al Museo della Resistenza di Bologna, la mostra “Protagoniste della Resistenza”
Alla Rocca dei Gonzaga di Novellara (Re) lo spettacolo teatrale “E fu chiamata donna”
Al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma , la lettura di poesie “Non posso più tessere la tela”
Al Museo Nazionale Romano presso le terme di Diocleziano a Roma, il concerto per flauti “Moglie, madre e imperatrice”
Al Planetario di Lumezzane (Bs), proiezione del cielo stellato dedicata alla descrizione delle costellazioni femminili
Alla  Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore a Milano, lo spettacolo teatrale “Le donne, le cavaliere, le audaci imprese io canto”
Al Castello Sforzesco di Milano, visita guidata “Festa della donna al Castello”
Al Museo Archeologico Statale di Ascoli Piceno, la mostra “Spose, madri, sacerdotesse: passione, coraggio e devozione delle donne in epoca romana”
All’Antiquarium di Numana (An), la mostra “Un museo al femminile”
Al Real Castello di Racconigi (Cn), la mostra “Le Signore di Casa Savoia. Storie di donne di Casa Savoia da Palazzo Reale e Racconigi ad Agliè”
Alla Galleria Sabauda di Torino, apertura serale straordinaria con visite guidate
Al Castello di Trani (Bt), la visita guidata “Sei qui per dire…il meglio deve ancora venire!”
Al Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, lo spettacolo di musica e danza “Con Eva…al Museo”
All’archivio di Stato di Firenze, il concerto di Elfriede Jelinek con musiche di Wolfgang Amadeus Mozart.
Alla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia, la visita guidata “Fu persona molto amorosa. Amori e passioni degli artisti tra Rinascimento ed età moderna”
Al Museo Archeologico Nazionale di Altino (Ve), lo spettacolo “Creatività al femminile: Gabriella Bosmin e le archeofiabe altinati”.

Consulta tutti gli appuntamenti promossi dal MiBAC
BOLZANO

Per l’8 marzo 2012, Giornata internazionale della Donna, la Commissione provinciale per le pari opportunità e il Servizio Donna della Provincia organizzano in collaborazione con l’associazione “Literatur Lana” ed il “Filmclub Bolzano” una giornata di proiezioni cinematografiche. La rassegna cinematografica ’Donne ribelli tra letteratura & cinema’ propone tre film ed un cartone animato. L’ingresso è libero.
I film proposti sono basati su opere letterarie, in cui le protagoniste sperimentano libertà individuali, modelli di indipendenza dai poteri dominanti e modi di vivere esterni ai condizionamenti morali, politici e culturali di società profondamente conformiste. La forza di agire da ribelli e il rigore delle loro azioni costa però alle “eroine” il prezzo di una grande sofferenza individuale. Di seguito il programma delle proiezioni:
ore 16.00 in inglese con sottotitoli in tedesca DIE DREI RÄUBER tratto dal libro per l’infanzia di Tomi Ungerer
D 2007, 79 min., Regia: Hayo Freitag, Cartone animato
I tre banditi che Tiffany, fuggita da un orfanatrofio, incontra sulla sua strada sono i suoi tre fratelli, a loro volta fuggiti dal medesimo orfanatrofio. Assieme decidono di spodestare la cattiva direttrice della casa di accoglienza. Finisce tutto con una battaglia a torte in faccia.
ore 17.45 in inglese con sottotitoli in tedesca ORLANDO M
tratto dall’omonimo romanzo di Virginia Woolf
GB/RUS/FR/IT/NL 1992, 94 min., regia: Sally Potter, con: Tilda Swinton, Billy Zane
Orlando è la storia di un viaggio nel tempo in cui si narra di un individuo vissuto per quattrocento anni. l’eroe-eroina raggiunge l’appagata serenità di chi non si sente uomo né donna ma una persona”.
ore 19.30 in italiano JANE EYRE
tratto dal romanzo di Charlotte Brontë USA 2011, 121 min., regia: Cary Fukunaga, con: Mia Wasikowska, Jamie Bell, Su Elliot
Una donna fragile e forte, un’eroina senza tempo, appassionata e oscura, Jane, che dopo un’infanzia di crudeltà, è determinata a vivere la propria vita senza paura, intensamente.
ore 21.45 in inglese con sottotitoli in tedesco INTIMACY
tratto da motivi di Hanif Kureishi
FR 2001, 119 min., regia: Patrice Chéreau, mit: Mark Rylance, Kerry Fox, Marianne Faithfull
Un uomo ed una donna si incontrano ogni mercoledì pomeriggio: il sesso è l’unica ragione che li spinge l’una tra le braccia dell’altro.
Informazioni:
FILMCLUB
via Dr. Streiter8/D, Bolzano
Tel: 0471 974 295
VENEZIA

Giovedì 8 marzo 2012 alle 17.30 il Centro Studi sul Teatro della Fondazione Giorgio Cini presenta lo spettacolo Nella stanza di Eleonora Duse scritto e interpretato da Elena Bucci, che avrà luogo negli spazi della prestigiosa Biblioteca del Longhena sull’Isola di San Giorgio Maggiore. L’evento è inserito nelle iniziative del progetto Do.Ve. Donne a Venezia – creatività, economia, felicità (8 – 11 marzo), promosso dall’Assessorato alla Cittadinanza delle Donne e alle Attività Culturali del Comune di Venezia.
Il testo originale scritto da Elena Bucci per lo spettacolo Nella stanza di Eleonora Duse, raccoglie tracce di lettere della grande attrice e spunti provenienti da scritti su di lei. Lo spettacolo si ispira a molti documenti conservati nell’Archivio Eleonora Duse della Fondazione Cini, recentemente reso accessibile al pubblico grazie al progetto omonimo, uno spazio permanente dedicato alla memoria della grande attrice italiana.
Elena Bucci da molti anni elabora spettacoli intorno a Eleonora Duse trovando in lei una compagnia preziosa: “con il passare del tempo – afferma – ho continuato a comprenderla in modo sempre diverso e i miei spettacoli su di lei sono cambiati con me, regalandomi, ogni volta, nuove domande e nuovi approdi. Questa donna autentica dai molti volti non ha mai avuto paura di indagare e vivere a fondo passioni e sentimenti, trasferendoli in una scrittura mossa e fantasiosa che appare come un disegno o un pentagramma delle emozioni.”
Informazioni:
Centro Studi per la Ricerca Documentale sul Teatro e il Melodramma Europeo
Tel: 041 2710234
Fax: 041 2710215
teatromelodramma@cini.it
www.cini.it

In occasione della manifestazione “DoVe. Donne a Venezia” il museo Peggy Guggenheim di Venezia offre tutti i giorni visite guidate gratuite alla mostra Arte Europea 1949-1979, approfondimenti sulla figura di Peggy e sul collezionismo al femminile, e una serie di laboratori didattici per bambini, secondo il seguente calendario.
ore 11.00 e 17.00
Approfondimento su un’opera della collezione di Peggy
ore 12.00 e 16.00
Peggy Guggenheim: collezionismo al femminile
Approfondimento sulla figura della mecenate americana attraverso il suo percorso professionale e personale di donna e collezionista del ‘900. Particolare attenzione viene rivolta all’analisi delle mostre da lei organizzate nella sua carriera di gallerista.
ore 15.30 Arte europea  1949-1979 | Marion R. Taylor: dipinti, 1966 – 2001
Approfondimento sulle mostra temporanea attraverso le opere di artiste del secondo dopoguerra.
Informazioni:
Collezione Peggy Guggenheim
Palazzo Venier dei Leoni
Dorsoduro 701
I-30123 Venezia
Tel: 041 2405411
Fax: 041 5206885
info@guggenheim-venice.it

MILANO

Per festeggiare il giorno dedicato a tutte le donne il Comune di Milano propone una serie di iniziative al femminile che partiranno giovedì 8 marzo e si protrarranno fino al mese di maggio, perché la parità di genere non ha date: dall’accesso gratuito o scontato ai musei alle parole in musica di Eva Cantarella, dal corso di Difesa personale della Scuola del Corpo di Polizia locale all’incontro sulla libertà.
L’assessorato alla Cultura, giovedì 8 marzo, aprirà gratuitamente le porte dei Musei Civici per ogni donna che li vorrà visitare. Nello specifico l’ingresso libero riguarda il Museo Archelogico, il Museo del Risorgimento, i musei del Castello Sforzesco, il Museo di Storia Naturale e il Museo del Novecento. Si potranno, inoltre, visitare le mostre ospitate da Palazzo Reale a un prezzo ridotto: “Tiziano e la nascita del paesaggio moderno” (7,50 euro), “La Transavanguardia italiana” (6 euro), mentre per la mostra “Famiglia all’italiana” l’ingresso sarà gratuito.
È, invece, organizzata dalla Delegata del Sindaco per le Pari Opportunità Francesca Zajczyk la giornata dell’8 marzo, tra pensieri, miti e suoni, che si terrà a Palazzo Marino. L’iniziativa, programmata in collaborazione con le consigliere comunali Anita Sonego e Marilisa D’Amico, prevede letture e pensieri di Eva Cantarella sul tema delle discriminazioni di genere, dalle 18 alle 20 in Sala Alessi. Le parole della giurista e scrittrice saranno accompagnate da soprani e musicisti della Civica Scuola di Musica – Fondazione Milano: Sakiko Abe e Vera Milani (soprani), Emma Huijsser (flauto dolce e arpa barocca), Flora Papadopoulos e Maximilian Ehrhardt (arpe barocche).
Inoltre, nell’ambito dell’iniziativa “L’Europa è per le donne” del Parlamento Europeo, che si protrarrà per tutto il mese di marzo, il Comune di Milano ha organizzato l’incontro “Donne, libertà di ieri e di oggi”. Martedì 27, presso il Palazzo delle Stelline, dalle 16 alle 19 si alterneranno le voci di Lella Ravasi, Laura Hoesch, Edda Pando, Lella Costa e Bianca Beccalli. Alle 17.30, inoltre, le partecipanti che lo vorranno potranno intervenire portando la propria esperienza.
Anche l’assessorato alla Sicurezza e Coesione sociale ha voluto pensare alle donne rilanciando il corso gratuito di Difesa personale femminile, che ha avuto grande successo negli anni passati. Il corso, basato sul Metodo Globale di Autodifesa, prevede due lezioni a settimana, per un totale di sei settimane. Grande novità di quest’anno i maestri: saranno, infatti, direttamente gli insegnanti della Scuola del Corpo di Polizia locale a tenere le lezioni, presso la sede di via Boeri 7, nella palestra e nel giardino. I giorni delle lezioni saranno il mercoledì e il venerdì, dalle 18.30 alle 20. Le iscrizioni (fino a 25 posti) saranno aperte dal 1° aprile e per fare richiesta sarà necessario compilare un modulo scaricabile dal sito del Comune.

In occasione della mostra Gustav Klimt. Disegni intorno al Fregio di Beethoven in corso allo Spazio Oberdan di Milano fino al 6 maggio una serie di iniziative speciali offrono la possibilità di festeggiare il 150° compleanno di Klimt, artista di straordinaria rilevanza nella storia dell’arte moderna.
La mostra, promossa dalla Provincia di Milano, prodotta e organizzata da Alef cultural project management, raccoglie quaranta opere tra disegni, manifesti secessionisti e fascicoli della rivista Ver Sacrum.
Completa l’esposizione la riproduzione scenografica in scala 1:1 dello straordinario Fregio di Beethoven, celebre affresco concepito come omaggio al compositore tedesco.
Giovedì 8 marzo, in occasione della Festa della donna, tutte le donne avranno diritto ad un ingresso ridotto a 5,00 euro per l’intera giornata e a uno special gift. Un omaggio alla bellezza della figura femminile, tema ricorrente nelle opere di Gustav Klimt.
GUSTAV KLIMT. Disegni intorno al fregio di Beethoven
Milano, Spazio Oberdan (Viale Vittorio Veneto 2)
4 febbraio – 6 maggio 2012

 

VARESE

In occasione della Festa della donna il Museo d’arte moderna e contemporanea del Castello di Masnago in collaborazione con SULL’ARTE organizza una visita guidata alla collezione dal titolo STORIE DI DONNE.
Giovedì 8 Marzo 2012
alle ore 18.00
A seguire
APERITIVO
Partecipazione alla visita + aperitivo Euro 7,00 a persona
Ingresso gratuito per tutte le donne
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Per informazioni e prenotazioni:
Tel: 0332 820409 mar/dom ore 9.30/12.30 – 14.00/18.00
Uff. Didattica:
Tel: 0332 255473 lun/gio ore 8.30/12.30 – 14.00/16.30

 

MODENA

Anche quest’anno, il MIBAC partecipa alla Festa della donna rendendo omaggio all’universo femminile. Nella giornata dell’8 marzo sarà consentito l’ingresso gratuito a tutte le donne all’interno dei musei, ville, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali. L’iniziativa nasce con l’intento di sensibilizzare il pubblico nei confronti delle opere d’arte, che da sempre hanno messo in risalto la figura femminile, in qualità di musa ispiratrice, ma vuole soprattutto valorizzare le donne che hanno dato e continuano a dare il loro prezioso contributo all’arte.
Galleria Estense
Giovedì 8 marzo 2012, ore 18.00
Visita guidata
Donne nell’arte: mito e letteratura
a cura di Nunzia Lanzetta
Informazioni:
Galleria Estense
Palazzo dei Musei
P.zza S.Agostino, 337
Tel: 059 4395711
sbsae-mo@beniculturali.it

 

ROMA

Il MAXXI rende omaggio all’universo femminile: l’8 marzo, nel giorno della Festa della donna, tutte le donne potranno entrare al Museo con biglietto ridotto.
L’iniziativa, promossa dal MiBAC, nasce con l’intento di sensibilizzare il pubblico nei confronti delle opere d’arte, che da sempre hanno messo in risalto la figura femminile come musa ispiratrice, ma vuole soprattutto valorizzare le donne che hanno dato e continuano a dare il loro prezioso contributo all’arte.
Marisa Merz, Doris Salcedo, Kaarina Kaikkonen, Paola De Pietri. Sono alcune delle protagoniste delle mostre in corso o in allestimento al MAXXI, che si prepara per una primavera dedicata alle principali artiste del nostro tempo.
In omaggio all’universo femminile, inoltre, giovedì 8 marzo, per celebrare la Festa della Donna,  tutte le donne potranno entrare al museo con il biglietto ridotto (€8,00 anziche €11,00).
Sempre giovedì 8 marzo, parte al MAXXI la raccolta di vestiti usati per bambini da 0 a 4 anni, che faranno parte dell’installazione dell’artista finlandese Kaarina Kaikkonen.
Di seguito le mostre al femminile:
A proposito di Marisa Merz (fino al 6 Gennaio 2013)
E’ il nuovo allestimento della collezione del MAXXI Arte, che vede protagonista una outsider come Marisa Merz, figura di spicco dell’Arte italiana, celebrata dalla principali istituzioni museali internazionali e premiata alla Biennale di Venezia del 2001, il cui percorso artistico resta decisivo per comprendere gli sviluppi dell’arte italiana degli ultimi anni. Dieci opere di Marisa Merz, a partire dall’installazione Senza titolo del 2009/2010 recentemente acquisita grazie al contributo dei donors del museo, sono esposte insieme ai lavori di Rosa Barba, Elisabetta Benassi, Alighiero Boetti, Jim Iserman, Ketty La Rocca, Luisa Lambri, Claudia Losi, Mario Merz, Paola Pivi, Rosemarie Trockel, Kara Walker e Franz West.
Plegaria Muda, Doris Salcedo (dal 15 marzo al  24 giugno 2012) 
Ha squarciato il pavimento della Turbine Hall alla Tate Modern di Londra (2007), murato una sala del Castello di Rivoli a Torino (2005), riempito con più di 1500 sedie il “vuoto umano” lasciato dalla distruzione di un edificio a Istanbul (2003). E’ Doris Salcedo, artista di grandissima forza espressiva, scultrice della memoria e della vita, del disagio e della dignità. Al MAXXI presenta il suo ultimo lavoro, l’installazione Plegaria Muda, fatta di tavoli sovrapposti, un messaggio di dolore ma anche e soprattutto di speranza.
Towards Tomorrow, Kaarina Kaikkonen (dal 14 aprile al 15 luglio 2012)
Camicie, magliette, tutine, canottiere e golf di vari colori, usati da bambini da 0 a 4 anni. Con questi vestiti – la cui raccolta parte l’8 marzo al MAXXI – Kaarina Kaikkonen, tra le artiste finlandesi più importanti, realizzerà la sua installazione nella piazza del museo. Sabato 14 aprile, a partire dalle ore 17.00, il pubblico potrà scoprire come gli abiti usati siano diventati opera d’arte e partecipare a un workshop per famiglie alla presenza dell’artista (prenotazione al workshop obbligatoria su edumaxxi@fondazionemaxxi.it).Gli abiti utilizzati nell’opera e quelli che non sarà possibile inserire saranno donati in beneficenza.
To Face, Paola De Pietri (dal 16 maggio al 30 settembre 2012)
In mostra 20 fotografie, una ricognizione sul fronte italiano della Prima Guerra Mondiale che indaga il lento mutamento del paesaggio montano segnato dalle trincee e dai bombardamenti, con caverne, vette sconvolte dallo scoppio di mine, crateri provocati dalle bombe.
Adesso questi luoghi sono meta di escursioni e luoghi di vacanza, oasi di pace e meditazione. Risulta difficile ritrovare sotto i propri passi l’eco delle battaglie e del dramma avvenuto quasi cento anni fa.
“L’innocenza” dell’oggi sembra avere cancellato la violenza del passato”.

L’8 marzo 2012, in occasione delle iniziative che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali dedica alla Giornata Internazionale della Donna, l’Istituto Nazionale per la Grafica, in collaborazione con la Direzione Generale PaBAAC del MiBAC – servizio V, Architettura e Arte Contemporanee – prosegue il ciclo denominato GRAFICA: femminile singolare, che comprende mostre, pubblicazioni e premi dedicati a donne particolarmente attive nel settore della grafica e della fotografia. La mostra di Giancarla Frare Ricomporre il Frammento – Segno traccia memoria, è profondamente intrecciata alla storia dell’Istituto, e nasce in collaborazione con il Museo Civico di Bassano del Grappa, che nel 2011 alla Frare ha dedicato un’antologica di grande successo.
La mostra a Palazzo Poli propone i lavori degli ultimi dieci anni di Giancarla Frare: mantenendo una coerenza di fondo nello stile, nelle tematiche e nelle procedure, l’artista sconfina in molti linguaggi, privilegia la carta come supporto per i suoi lavori in bilico tra astrazione e realtà, attraverso i quali registra e trasmette il vissuto che si nasconde dietro reperti archeologici e rovine. Il segno, la traccia, la memoria che queste pietre lasciano intravedere vengono fermate dall’artista con uno scatto fotografico; le successive modifiche, cancellature e aggiunte di segni, simboli dell’estrema contrazione del suo cromatismo, alludono al processo di elaborazione e sedimentazione della memoria. Lo stesso tema è riproposto in un calibratissimo video, presente in mostra, in cui emergono, in maniera ossessiva, i frammenti di una memoria orale che permane.
Le altre opere dell’artista veneta che vengono esposte risalgono al suo periodo giovanile; si tratta di un corpus di 17 disegni a china su carta, intitolato Le condizioni del volo, scaturito dalla riflessione che la Frare ha svolto -tra il 1979 e il 1987- sulla poesia di Georg Trakl  (1887-1914), uno dei più importanti poeti austriaci di inizio Novecento, con il quale l’artista italiana costruisce un rapporto di assoluta empatia e di conoscenza profonda, tanto da meritare importanti riconoscimenti pubblici: il premio del Museo d’Arte Moderna Cà Pesaro a Venezia, nel 1981 e, più recentemente, la mostra che al corpus di opere su Trakl ha dedicato l’Istituto Austriaco di Cultura di Roma, nel 2005. La stessa mostra, a cura del Ministero degli Affari Esteri, è stata proposta nel 2006 a Salisburgo, Vienna e Innsbruck, luoghi emblematici della vita del poeta.
Il ciclo di opere  su Georg Trakl viene proposto in dono alle collezioni permanenti dell’Istituto Nazionale per la Grafica.
Ingresso  libero
Orario  martedì – domenica, ore 10.00 -19.00 – chiusura settimanale: lunedì
Informazioni:
Istituto Nazionale per la Grafica  
Sale Piccole, Palazzo Poli
Via Poli 54 – Fontana di Trevi, Roma
in-g.multimediali@beniculturali.it 
www.grafica.beniculturali.it

Le Biblioteche di Roma Capitale, sono costituite al 90% da personale femminile, e onorano questa data moltiplicando i giorni e gli appuntamenti nel mese di marzo con incontri, dibattiti, mostre, e film.

 

VITERBO

Come consuetudine, in occasione della Festa della donna, l’8 marzo, l’entrata sarà gratuita per le donne, sia alla Necropoli che al Museo nazionale etrusco di Tarquinia. Un’occasione da non perdere per tutte le donne appassionate della cultura e dell’arte del popolo etrusco, che tanto teneva in considerazione il gentil sesso.
Le donne etrusche rappresentano tuttora un esempio, senza precedenti nella storia antica, di partecipazione alla vita quotidiana e sociale in pari dignità e totale collaborazione con gli uomini. Le raffinate signore etrusche non erano semplicemente relegate ai ruoli domestici, ma avevano dimestichezza con la cultura e il potere: riservate e sagge, spesso tessevano le trame della politica. Prendevano parte attivamente alla vita pubblica, erano preziose consigliere dei loro uomini, presenziavano a eventi e celebrazioni ed erano ammesse ai banchetti, suscitando reazioni scandalizzate di greci e romani, che gridavano al malcostume. Spaccati di vita quotidiana, dove le donne etrusche sono sovrane, si possono ammirare nelle tombe dipinte della Necropoli del Calvario di Tarquinia, patrimonio dell’Umanità Unesco.
Anche in occasione della Festa della Donna, saranno offerte degustazioni gratuite presso il punto ristoro della necropoli e sarà valida l’iniziativa “Voglia d’Arte”, che permette ai visitatori di dare libero sfogo alla propria vena artistica. Il kit di “Voglia d’Arte”, composto da matita carboncino, sanguinella foglio da disegno e gomma pane, può essere richiesto gratuitamente presso il bookshop.
Informazioni:
Museo Nazionale Archeologico
Piazza Cavour – Tarquinia (VT)
Tel: 0766 850080
www.necropoliditarquinia.it

 

POTENZA

Mercoledì 8 marzo 2012, dalle ore 17 alle 20,  il MIG – Biblioteca “Alessandro Appella”, in occasione della Festa della donna, organizza una serata incentrata sul contributo che il mondo femminile è riuscito a dare alla cultura attraverso espressioni artistiche come la grafica e la poesia.
Sarà una serata dedicata alla rivisitazione artistica di questo mondo, a volte ingiustamente messo da parte, con la declamazione di versi di due poetesse lucane, Isabella Morra e Gina Labriola, e la  proiezione di video di una delle più note artiste del Novecento: Antonietta Raphaël, presente nella  collezione del Museo.
In una sala del MIG-Biblioteca, verrà appositamente allestita, in questa ricorrenza, la mostra “Quando l’arte si fa donna”, ricca di una serie di opere grafiche selezionate nella collezione del Museo:
Katherine Arion, Stefania Bragaglia Guidi, Sara Campesan,  Brigitte Courme, Donatella De Losa Munari, Alina Kalcynska, Giovanna Martinelli, Giulia Napoleone,  Antonietta Raphaël Mafai,  Beth Sarasin.
L’occasione sarà utile per visitare la mostra, aperta fino al 17 marzo: “Edgar Degas. Incisioni e Litografie per la Monografia di Paul Lafond, Parigi 1918-1919”.
Giovedì 8 Marzo p.v., alle ore 19.30 , nella Sala del Cortile del Museo Archeologico Nazionale
“Dinu Adamesteanu”- Palazzo Loffredo- Potenza, “La donna,il passo più importante del Tango Argentino” la magia del tango rivivrà nel racconto e sulle note di alcuni dei brani più suggestivi interpretati dai ballerini dell’Associazione Adelante, nei quadri di Michele Barbaro, nella poesia. L’iniziativa,voluta dal MiBAC per rendere omaggio all’universo femminile, è organizzata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata, dal Rotary Club Potenza Ovest e dall’Associazione Culturale Adelante-Tango y nada mas.
Il MIG. Biblioteca è aperto tutto i giorni dalle 17 alle 20. Ingresso gratuito
Informazioni:
MIG  Museo Internazionale della Grafica – Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”
Palazzo dell’Antico Municipio, Piazza Guglielmo Marconi 3, 85030 Castronuovo Sant’Andrea (PZ)
Tel: 0973 835014
Mob: 347 4017613
Mob: 349 4404878
mig-biblioteca@libero.it 
www.mig-biblioteca.it

 

MATERA

L’8 marzo 2012, dalle ore 10.00 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 21.00, in linea con le iniziative nazionali proposte dal MIBAC, il MUSMA aderisce alla Festa della donna intitolando la giornata “La parola alle donne” e riservando l’ingresso ridotto di €3,50 a tutte coloro che vorranno approfittare dell’occasione per visitare la Collezione del Museo e le mostre in programma.
Inoltre, alle ore 19.00, sarà offerta una visita guidata gratuita alle donne in attesa di un bambino: il piccolo apporto del Museo per contribuire all’impegno di quanti, su tutto il territorio nazionale, si stanno adoperando nella campagna “188 firme per la legge 188”, finalizzata a ripristinare la normativa abrogata nel 2008 che tutelava dalle dimissioni in bianco al momento dell’assunzione, oggi maggiore causa di licenziamento per le donne alla nascita di un figlio.
La presenza delle opere delle artiste negli spazi espositivi del Museo sarà segnalata su una piantina di Palazzo Pomarici, sede del Musma, distribuita gratuitamente ad ogni visitatrice.
Nel corso della mattinata, nella Biblioteca “Vanni Scheiwiller” del Museo, sarà proiettato il video-intervista del 2011 “Inventata da un dio astratto” di Marisa Piga e Nico Di Tarsio, che racconta la vita e il lavoro dell’artista sarda Maria Lai. Nel pomeriggio, invece, sarà possibile prendere parte alla visione dello splendido documentario di Silvano Castano “Qe vive Tina” del 1997, storia dell’attrice, fotografa e rivoluzionaria Tina Modotti.
Infine, le visitatrici potranno usufruire del 70% di sconto sull’acquisto dei “Quaderni del MUSMA” in vendita presso il Bookshop.
LA PAROLA ALLE DONNE
8 marzo 2012
ore 10.00 -14.00 / 17.00 – 21.00
ingresso: € 3,50
Informazioni:
MUSMA
Museo della Scultura Contemporanea. Matera
Mob: 366 9357768
info@musma.it
 

 

CATANZARO

Giovedì 8 marzo prossimo, a Cosenza, Palazzo Arnone, in occasione della Festa della donna 2012,  i Servizi Educativi della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, guidata da Fabio De Chirico, promuovono La donna nelle opere della Galleria Nazionale di Cosenza, un percorso guidato, differenziato per le diverse fasce di pubblico scolastico.
Il tema dell’amore, vissuto attraverso le straordinarie rappresentazioni pittoriche della Galleria Nazionale di Cosenza, in particolare di Mattia Preti, Luca Giordano, Frans Wouters, Umberto Boccioni, Gaele Covelli e di tanti altri artisti, è occasione per conoscere secoli di storia e di arte, dal Seicento al Novecento.
Prosegue, così come già avvenuto per la Festa di San Valentino, l’omaggio alle figure femminili presenti nelle collezioni d’arte che connotano mirabilmente la prestigiosa Galleria Nazionale di Cosenza. 
L’iniziativa è a cura di Nella Mari, Patrizia Carravetta e Raffaella Buccieri.
Si coglie l’occasione per invitare le donne ad ammirare i tanti capolavori d’arte custoditi negli spazi espositivi di Palazzo Arnone.
La donna nelle opere della Galleria Nazionale di Cosenza
Cosenza, Palazzo Arnone
8 marzo 2012, ore 9.30 – 12.30
Informazioni:
Palazzo Arnone
Via Gian Vincenzo Gravina, Cosenza
Tel: 0984 795639
Fax: 0984 71246

 

BARI

In occasione della giornata internazionale della donna, giovedì 8 marzo 2012, alle ore 17.30, Clara Gelao, direttrice della Pinacoteca Provinciale di Bari, terrà una conversazione sul tema “Rirì la sciantosa e le altre. Ritratti di donne nella pittura di Giuseppe Amisani (1879-1941)” che prende spunto dalla presenza, nella collezione permanente, di un dipinto raffigurante una giovane e avvenente figura femminile, Rirì, opera del pittore Giuseppe Amisani (Mede Lomellina [Pavia], 1879 – Portofino [Genova], 1941).
Saranno, in seguito, esaminati alcuni dipinti dello stesso Amisani, conservati in musei e collezioni private, in cui, oltre la figura di Rirì  – modella che fu uno dei soggetti preferiti dell’artista, il quale la ritrasse in varie altre occasioni  – compaiono varie altre figure di donne, preziose testimonianze dell’evoluzione del ruolo femminile nella società della prima metà del Novecento.
Per l’intera giornata l’ingresso in Pinacoteca sarà gratuito per tutte le donne.
Informazioni:
Pinacoteca Provinciale di Bari
Via Spalato 19/Lungomare Nazario Sauro 27
Tel: 080 5412422
Tel: 080 5412423
Tel: 080 5412427
Fax: 080 5583401
 

 

NUORO

In occasione della mostra “L’evento immobile_Sfogliare il tempo” e della giornata dell’8 marzo dedicata alle donne, il Dipartimento educativo del MAN, presenta la rassegna video Just a girl, ispirata alla figura della donna nella scena musicale internazionale attraverso diversi generi dagli anni ’50 ad oggi. Partendo da Marianne Faithfull e Joni Mitchel, passando per Siouxie and the Banshees, Blondie, sino ad arrivare alle icone contemporanee come Bijork e Pj Harvey, verranno analizzate le performance live e i video ufficiali focalizzando l’attenzione sull’evoluzione dell’immagine femminile e sulle molteplici influenze  negli ambiti della moda, del costume e dell’arte. La rassegna è a cura di Vincenzo Pattusi e Giulia Casula.
La rassegna si svolgerà negli spazi dell’edificio GLO di Via Ferracciu.
Giovedì 8 marzo dalle ore 17:00 alle 18:30.
Informazioni:
Per informazioni e prenotazioni contattare i numeri 0784 1821244 e 3385799871, dalle ore 10:00 alle 12:30 e dalle ore 16:00 alle 19:00.
MAN_Museo d’Arte Provincia di Nuoro
via Satta, 27 Nuoro
Tel: 0784 1821244
didattica.man@gmail.com

Tags: , , , ,

Un commento a “8 marzo 2012: tutti gli eventi e le mostre per la Festa della Donna

  1. GianMaria

    7 marzo 2012

    Mi permetto di segnalare che anche il cinema rende omaggio le donne con una retrospettiva di film femminili. In regalo per la festa della donna su Own Air

Lascia un Commento

I campi con * sono obbligatori. Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico!

In alternativa puoi commentare utilizzando il tuo profilo facebook cliccando sul relativo bottone

Connect with Facebook